Immobiliare affitti come valutare un appartamento da affittare

immobiliare affitti valutazione immobile
immobiliare affitti valutazione immobile

Quali sono gli elementi da tenere in considerazione, a cui spesso non si
pensa, quando si visita un appartamento da affittare?

immobiliare affitti valutazione immobile

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

Lo so quando si  cerca un appartamento  da affittare non e’ sempre facile il
piu delle volte si va per passa parola altre per conoscenze sporadiche
oppure si chiede a qualche amico del bar se eventualmente conosce nessuno che
affitti un appartamento ,la ricerca sembra facile ma in realta’ e un vero e proprio lavoro  “lavoro” , infine ci si rivolge alle agenzie immobiliari dove spesse volte
ti danno consigli patteggiando  piu per chi affitta e non per chi cerca un
affitto , in sostanza non e’ facile trovare un appartamento da affittare ,quindi
oggi voglio aiutarti per capire meglio e cosa considerare quando si cerca un
appartamento in affitto e gli errori che sono da evitare,bene
giusto un piccolo appunto e non mi voglio soffermare troppo ma e doveroso la
crisi economica “ha ammazzato l’immobiliare”

immobiliare affitti valutazione immobile

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

 

sopratutto sulle compravendite
cio percui si e’ favorito un incremento delgli affitti in primo luogo sulla
domanda e in secondo sui prezzi di mercato facendoli lievitare notevolmente
,inoltre nelle citta la popolazione continua aumentare  anche dovuta alla notevole immigrazione straniera e quindi la domanda
di affittanze, quando si cerca una casa o appartamento da affittare occorre avere le idee
molto chiare primo per evitare di perdere tempo non solo ai noi stessi ma
anche ai nostri interlocutori quindi ci si deve dare delle regole ben
precise su cosa cerchiamo che tipo di tipologia di immobile, appartamento, ,casa ecc e inoltre  e bene crearsi una sorta di mappa mentale sui costi che
possiamo permettere di affrontare e che dovremo poi sostenere mi riferisco
anche agli imprevisti che fidati ci sono sempre ,

quindi ti voglio aiutare con dei consigli utili che devi tenere in
considerazione quando cerchi un appartamento da affittare e che rispecchi
sopratutto le tue esigenze personali

immobiliare affitti valutazione immobile

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

a/ IL PREZZO
Ti sembrera’ stupido ma e’ il punto di partenza , il prezzo stabilisce gia a
priori una scrematura della casa che cerchiamo in affitto non solo ti auta
poi meglio a capire le spese future che ci sono e sopratutto se te le puoi
permettere.

“””””I protagonisti del contratto di locazione (che dovrebbe sempre essere
chiamato così perché l’affitto, nel Codice civile, è un contratto che
riguarda i terreni) sono comunemente chiamati proprietario e inquilino. Ma
giuridicamente i loro nomi sono, rispettivamente,locatore e conduttore (o
anche locatario). Il locatore è chi concede in locazione l’immobile e il
conduttore è colui che lo riceve e che lo “conduce”, appunto, in locazione.

immobiliare affitti valutazione immobile

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

 

Il contratto che viene sottoscritto tra le parti è un contratto di locazione
ed è soggetto a obbligo di registrazione (anche se la cedolare assorbe la
relativa imposta di registro) presso l’agenzia delle Entrate””””””””

immobiliare affitti valutazione immobile
immobiliare affitti valutazione immobile

 

onde evitare in futuro spiacevo inconvenienti con il proprietario di casa (il
locatore )

quindi il prezzo e’ la prima regola fatti un promemoria magari scriviti su
un pezzo di carta le tue spese fisse ,quando guadagni i costi personali ,es
rata della macchina ,bollo ,assicurazione, manutenzione ,eventuali visite
mediche specialistiche a pagamento , tutto cio che ai di costi fissi ,ma
senza trascurare anche gli imprevisti che ti posso succedere quando meno te
lo aspetti ,la rottura del telefonio ,il meccanico , un aumento della della
assicurazione ecc ecc

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

immobiliare affitti valutazione immobile

inoltre chiedi pure anche a diverse agenzie immobiliari sempre avendo le
idee ben chiare su che tipo di appartamento cerchi in affitto es , la zona
,i mq , valuta se ci sono i servizi piu vicini( supermercati ,ospedali
,fermate del autobus ,negozi ,parchi pubblici ,ospedale ecc)

,orientamento (nord ,sud,
est,ovest) tutte queste valutazioni che ti propongo sono comunque rapportate
alle tue esigenze personali e di vita e anche in bae ai tuoi progetti futuri
,per esigenze personali mi riferisco ad esempio e sei singol , oppure siete
una giovane coppia altro ancora una coppia piu matura con figli questi sono
aspetti importanti ma il piu’ delle volte trascurati , se cerchi casa in una
grande citta italiana valuta bene piu di una volta la zona ,

il quartiere ,
e facile rendersi conto il piu delle volte se in quel quartiere o via o
viale lo stile di vita della gente e che tipo di gente ce’ se ai l’occhio un
po clinico lo capisci subito.

A questo punto una volta che ai le idee chiare su dove cercare un
appartamneto da affittare ,la spesa da affrontare ,la zona , sei gia a buon
punto , ancora ce’ del lavoro da fare vediamolo assieme ,
ora ti trovo in un bivio domanda cerco da solo tipo fai da te ? o mi rivolgo
a diverse agenzie ?

Quali sono gli elementi da tenere in considerazione, a cui spesso non si
pensa, quando si visita un appartamento da affittare?

b/ agenzie immobiliari

ti rispondo dipende ,sai perche ? a volte le agenzie oltre che chiederti la
mediazione sono inclini a proporti soluzioni che non avevi in mente oppure
soluzioni che sono diverse da quel famoso “ordine di idee” che ti avevo
detto al inizio del articolo mettendoti in difficolta e creandoti confusione
,quindi non farti incantare si deciso su quello che cerchi e se ti
propongono soluzioni non adatte alle tue esigenze famigliari rifiuta e
continua a cercare
per quanto riguarda le agenzie immobiliari ce ne sono tantissime si stima che
in italia sono 73 mila gli agenti d’affari in mediazione che si offrono sul mercato
per far acquistare o vendere immobili.

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

Le agenzie con vetrina “ su strada”
sono 36 mila e solo 7 mila fanno parte dei franchising immobiliari quindi
altro consiglio ma a volte trascurato affidati di agenzie immobiliari serie
perche a volte anzi piuttosto spesso succede che l’agenzia immobiliare
pubblicizzi un appartamento da affittare che non e’ quello che poi
andandolo a vedere non era quello che cercavamo

oppure la stessa agenzia ti
propone una zona o quantiere diversa da quella che cercavi facendoti perdere
solo tempo questo da parte delle agenzie e solo mancanza di professionalita’
inoltre per quanto riguarda le agenzie immobiliari verifica sempre da chi a
gia avuto esperienza con queste ,

ti posso essere di auto le recensioni arma
sempre a doppio taglio ma utile a capire con chi ai a che fare non farti
prendere dalla euforia psicologiaca del momneto ragiona a mente fredda e
valuta sono loro che anno bisogno di te mentre tu poi cercare altrove
prenditi il tuo tempo pensaci e rifletti con attenzione.

ma se non voglio rivolgermi alle agenzie immobiliari e voglio fare da solo ?

Quali sono gli elementi da tenere in considerazione, a cui spesso non si
pensa, quando si visita un appartamento da affittare?

immobiliare affitti valutazione immobile

per prima cosa risparmi sulla mediazione che devi dare alla agenzia
immobiliare ma questo non vuole dire risparmiare anzi
perche si tratta di trovare  un appartamento in affitto diventa difficile, un vero lavoro ,

quindi che si fa’ ?

andiamo per ordine il passa parola si chiede al vicino
amico di famiglia ,a qualche amico del bar ,oppure internet questo
fantastico mondo chiuso in un monitor dove si trova di tutto ,ma anche in
questo caso bisogna saper cercare ,e stare attenti perche truffe non sempre in agguato ,

allora come si fa ?

affidati a siti sicuri per
autorita’ e serieta’ verifica  sempre che l’immobile sia come pubblicizzato
e non preso da altri siti internet e poi postati magari su facebook con
altri fantomatici proprietari i che poi non sono, insomma stai attento alle
truffe.

.inoltre verifica sempre che dietro al annuncio di tuo interesse ci
sia il proprietario (vero ) se riscontri che il proprietario del immobile che ti
interessa e un amico del amico e si giustifica perche il vero proprietario  non e’ potuto venire
al appuntamento  perche  questo era impegnato lascia perdere saluta e
vattene ce’ dietro una truffa ,

quindi accertati che dietro al annuncio ci
sia il vero proprietario contattalo fai domande e non avere paura di
chiedere perche ti senti inferiore della situazione chiedi sempre fa domande
anche perche il proprietario  che mette un annuncio sui internet o su portali
deve certificare che lui in persona e responsabile  di quello che pubblica,

immobiliare affitti valutazione immobile

immobiliare affitti valutazione immobile
immobiliare affitti valutazione immobile

c/ le visite

quando certo un appartamento o una casa ragiona come ho gia detto pensando
con attenzione senza farti prendere dalla nuova opportunita di una nuova
casa il primo incontro con il proprietario sicuramente sara felice di
presentarti la sua casa o appartamento che sia ma guarda con attenzione cosa
? te lo dico io !!

immobiliare affitti valutazione immobile
immobiliare affitti valutazione immobile

immobiliare affitti valutazione immobile

1/ lo stato del appartamneto, la conservazione vera e propria osserva i
bagni e la cucina perche i grassi e la umidita fanno il loro lavoro creando
muffe e a volte non proprio facili da debellare ma cosa provocano le muffe
sopratuto sul soffitto e sulle pareti te lo dico io ! la muffa sulle pareti
e sul soffitto in ambienti chiusi e carcerogena e porta danni di salute e te
se ai problemi di salute e ai bambini quindi la muffa pericolosa e

carcerogena percui togliere la muffa da casa e importante anzi da farsi
subito inoltre oltre che essere brutto da vedere con queste macchie e di
cattivo odore sono nocive sopratutto alle vie respiratorie e allergie ,ma
che cavolo e’ la muffa ?

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?
cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

la muffa e un fungo niente di piu di solito
prolifica  in ambienti umidi  con poca luce e poco areati troviamo sulle
pareti al soffitto nei scantinati e garage e dovuto a un forte sbalzo
termico fra un ambiente caldo e uno freddo,

quindi la eccessiva umidita che
non riuscendo uscire da una superficie  fredda della parete entra in
contatto con l’aria calda provoca condensa e di conseguenza la muffa
gli iambienti che sono soggetti a muffe sono quelli dove ce’ una alta
concentrazione di uminitia con temperature dei locali fra i 13 e i 17 gradi,

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?
cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

Quali sono gli elementi da tenere in considerazione, a cui spesso non si
pensa, quando si visita un appartamento da affittare?

immobiliare affitti valutazione immobile

provocando condensa sulle pareti sui pavimenti e finestre ceh appaiono
sempre bagnati molto spesso sui angoli alcuni sintomi eccoli ,dolori
muscolari ,allergie naso chiuso raffreddore ,febbre ,lacrimazione ,tosse
,prurito e dermatite ti basta !! quindi a parte gli scherzi la muffa e’
pericolosa bene , quindi sono costi di intervento e di ristrutturazione con
opere straordinarie e ti assicuro costose .

quindi prendi tempo osserva con attenzione e medita non avere paura o timore
di rivedere eventualmente l’appartamento che ti interessa se noti insofferenza
da parte del proprietario cerca altro in fondo tu paghi per andarci a vivere
e progettare il tuo futuro con la tua famiglia e i tuoi cari .Se
l’appartamento è arredato, controlla che funzionino gli elettrodomestici
come la lavatrice, il frigorifero e la lavastoviglie.

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

immobiliare affitti valutazione immobile

2/ le certificazioni tecniche

– certificazione del impianto elettrico
si tratta di un certificato che attesta che l’impianto e’ certificato e
quindi conforme e riguarda  sia il residenza le il commerciale secondo la
Decreto ministeriale 37/2008, evoluzione della Legge 46/90.Tale certificato
viene rilasciato dall’inpresa che installa l’impianto presso un nuovo
edificio o che provvede a modificarlo in fabbricati preesistenti.

La
certificazione per impianto elettrico a norma va redatta in triplice copia e
deve obbligatoriamente rispettare una serie di parametri.garantisce il
rispetto delle norme di sicurezza stabilite dal Decreto ministeriale
37/2008, riguardanti la loro installazione sia presso strutture private che
aziendali.

Va rilasciato obbligatoriamente dai tecnici che eseguono il
lavoro, qualunque sia la tipologia di impianto elettrico interessata. E’
infatti obbligatoria anche per impianti di cancelli e porte automatici, di
climatizzazione e riscaldamento, impianti sanitari, scale mobili, montascale
e ascensori, impianti del gas e sistemi antincendio.lo sapevi ??

Quali sono gli elementi da tenere in considerazione, a cui spesso non si
pensa, quando si visita un appartamento da affittare?

immobiliare affitti valutazione immobile

– ape attestato di prestazione energetica

-libretto della caldaia e collaudo

-certificazione del impianto idraulico residenziale

Viene rilasciato da un’impresa abilitata. Attraverso questo documento, si
certifica che il tutto è stato realizzato seguendo le normative in vigore e
le prescrizioni di legge.
le imprese edili possono rilasciarlo, ma solo quando ottengono
l’abilitazione.

Ciò avviene quando il legale rappresentante dell’impresa,
oppure il responsabile tecnico ne fa richiesta e dimostra il possesso di
alcuni requisiti professionali disposti dall’art 4 del D.M. 37/200
La dichiarazione di rispondenza (DiRi), è un documento che sostituisce il
certificato di conformità nel caso di smarrimneto o perdita del documento,

Importante: la DIRI può essere rilasciata solo per gli impianti realizzati
prima del 27/03/2008, data di entrata in vigore del DM 37/08.
La Di.Ri dovrà essere riferita alla regola dell’arte vigente all’epoca di
esecuzione dell’impianto in esame, tenendo comunque conto che, in generale,
la regola dell’arte più recente è da considerarsi con grado di sicurezza
equivalente o superiore.

l’impresa installatrice è tenuta sempre a rilasciare
la dichiarazione,e deve essere allegata la relazione contenente la
tipologia dei materiali impiegati, lo schema/progetto e la copia del
certificato di riconoscimento dei requisiti tecnico-professionali
dell’impresa. La stessa ditta, esecutrice dei lavori, dovrà, entro 30 giorni
dalla fine dei lavori, consegnare i documenti al comune presso lo Sportello
Unico per l’edilizia ove ha sede l’impianto.

ma sopratutto nelle grandi citta molto spesso si va a vivere in condominio
anche in questo caso fai molta attenzione ? be devi informarti sul
regolamento  condominiale i pagamenti  che ci sono da fare quali? te le dico
subito!

cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?
cosa valutare quanto si visita un appartamento da affittare ?

Quali sono gli elementi da tenere in considerazione, a cui spesso non si
pensa, quando si visita un appartamento da affittare?

(partiamo dal presupposto che in un condominio le spese ci sono e possono
anche essere elevate per la manutenzione dello stesso e per i servizi e per
lo stato di conservazione del condominio questo e regolato dal codice civile
e fa riferimento Art. 1104 del Codice Articolo 1105 Codice civile Articolo
1106 Codice civile

quindi controlla sempre che il precedente inquilino abbia pagato le spese
condominali se nel caso non le avesse pagatare allora sara’ l’amministratore
del condominio a fornire tutti i dati ai creditori per il recupero della
cifra e l’amministratore non deve chiedere l’approvazione della assemblea
condominiale,

se poi il pagamento  va oltre il semestre l’amministratore puo
escludere il condomino moroso dal utilizzo dei spazi e beni comuni
Se invece un nuovo condomino subentra, è tenuto al pagamento dei contributi
dell’anno in corso e di quello precedente.

(In base all’art. 63 del Codice Civile, chi subentra nei diritti di un
condomino è tenuto, solidalmente con questo, al pagamento delle spese
dell’anno in corso e di quello precedente)

Chi entra in possesso di un immobile può essere infatti chiamato a
rispondere dei debiti condominiali del precedente proprietario. Il soggetto
può però rivalersi successivamente nei confronti del venditore.

Ma nel caso in cui, al momento della vendita, siano state deliberate spese
straordinarie non ancora pagate, chi dei due soggetti sarà tenuto a
rispondere del pagamento?

Una sentenza della Corte di Cassazione ha stabilito che è tenuto a pagarle
chi era proprietario al momento della delibera assembleare con la quale si
sono approvati i lavori.
Non importa se tali lavori non sono stati ultimati o addirittura devono
ancora iniziare. Se il nuovo proprietario sarà costretto ad anticiparle, in
virtù del principio di solidarietà sancito dall’art. 63 del c.c., potrà
rivalersi sul venditore.

immobiliare affitti valutazione immobile

Nel mentre, il condomino che se ne va, deve continuare a pagare le proprie
spese condominiali finché il rogito notarile non è stato trasmesso
all’amministratore condominiale.
a volte pero il condominio necessita anche di spese urgente e impreviste
informati sempre perche’ posso essere delle batoste vuoi un esempio :
danni al tetto ,il rifacimento degli impianti , la rottura del ascensore , e
comunque tieni sempre presente che non ci si puo rifiutare di pagare le
spese urgenti o straordinarie o ordinarie ,

spese di manutenzione ordinarie:
sono le spese più generiche e prevedibili (esempio: sostituzione luci delle
scale, mantenimento dell’efficienza degli impianti ,manutenzione del
giardino comune ,pulizie ,manutenzione cancellata pulizie illuminazione
riparazioni generiche polizza assicurati compenso dell’amministratore ecc

spese di manutenzione straordinarie:
esempio: tromba d’aria e danni al tetto del condominio, rifacimento del
cornicione rifacimento del impianto elettri ,installazione di un nuovo
ascensore ecc a questo punto l’assemblea condominiale può creare un fondo
speciale, che verrà utilizzato esclusivamente per queste spese condominiali.

e in ultimo pesanvi di cavartela facile e invece no per ci sono i
(millesimali ) perche le spese per l’uso di beni comuni vengono calcolati
appunto in base ai millesimali,

Art. 1123. (Ripartizione delle spese).del codice civile 
Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti
comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e
per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini
in misura proporzionale al valore della proprieta’ di ciascuno, salvo
diversa convenzione.

Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le
spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno puo’ farne.
Qualora un edificio abbia piu’ scale, cortili, lastrici solari, opere o
impianti destinati a servire una parte dell’intero fabbricato, le spese
relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne
trae utilita’.

Quali sono gli elementi da tenere in considerazione, a cui spesso non si
pensa, quando si visita un appartamento da affittare?

spero di averti aiutato nel darti buoni consigli a presto !!!